Scultura tessile dai forti volumi plastici, attraversati da un’intricata rete di corde, che come il sistema venoso percorre in modo caotico tutta la superfice. I volumi imbottiti formano una corazza a enfatizzare il suo portamento marziale. Ares rappresenta l'archetipo del guerriero, agisce, afferma la propria volontà e la propria verità: energia bellica che può trasformarsi in lotta perenne, competitività esasperata, sopraffazione. La figura del ‘guerriero’ esprime così sia la polarità dell’eroe, sia quella del distruttore. La scultura antropomorfa di Ares è un corpo senza pelle; il costato è esposto come i resti della sua simbolica corazza e ci mostra, nell’arroganza del suo incedere, l’insensatezza della volontà di guerra.

Inside XIII – Ares

2022 75 x 100 cm                                                                                                                                                                      Scultura tessile cucita in tela - imbottitura vegetale - Base di ferro.   Scultura tessile dai forti volumi plastici, attraversati da un’intricata rete di corde, che come il sistema venoso percorre in modo caotico tutta la superfice. I volumi imbottiti formano una...

Read More
I telai tondi o tamburelli sono i supporti dove, chiuse all’interno delle loro case, le donne ricamavano, fiorami, ghirigori gentili, leziosi simboli di un concetto di femminilità imposta per secoli dal potere maschile. L’opera all’apparenza si presenta come un’immagine amabile e romantica; in realtà, ogni tamburello è un vetrino per microscopio; è una cruda osservazione scientifica dei tessuti anatomici di un corpo femminile. In ogni telaio è ricamato un macro ingrandimento del suo tessuto connettivo, muscolare e osseo, delle sue cellule e sinapsi, della sua catena del DNA. Il raffinato bianco écru, colore prescelto per il ricamo ingentilisce l’opera e ci disorienta mentre la crudezza del racconto ci porta nella profondità, nell’essenza del corpo della “sposa”; nella sua struttura organica nata dalla vita e capace di generare vita. Organismo che governato dalle leggi della natura non risponde alle regole dell’apartheid di genere, della religione, dei regimi oppressivi, dei diritti della dittatura maschilista, che determinano il grado della sua inclusione o esclusione dalla vita sociale e culturale. Ancora oggi in nome di queste “regole” il corpo della donna è ferito, umiliato, insultato, mutilato, represso, violato, annichilito, privato della libertà, ucciso.

Inside XII – I tessuti della sposa

2023 N.13 telai circolari dimensioni da cm 20 a cm 33 Totale cm 150x120 h     I telai tondi o tamburelli sono i supporti dove, chiuse all’interno delle loro case, le donne ricamavano, fiorami, ghirigori gentili, leziosi simboli di un concetto di femminilità imposta per secoli dal potere maschile....

Read More
Quest’opera è la risoluzione e la sintesi tridimensionale della mia ricercaformale condotta nel quadrittico Il vitalismo delle linee si sviluppa con una forte dinamicità intorno alla forma circolare gravida di volumi aggettanti. Le costolature a bassissimo rilievo, l’intrigo delle linee ricamate, convergono tutte verso l’apertura centrale, la penetrano e l’oltrepassano in un eterno movimento rotatorio. Soltanto un lato dell’opera contenuto da una tessitura di linee-corde segna una pausa da questo roteare infinito. È la parte che sta corrompendosi; la materia che si disfa e perde forma: una pausa prima di essere di nuovo risucchiata dal quel complesso e intricato vorticare.

INSIDE XI – Elogio della complessità

2021 65 x 25 x 85 cm h                                                                                                                                                        Scultura cucita in tela modellata con cordini. Imbottitura vegetale.                                                       Ricami con filo di cotone. Base di ferro.   Quest’opera è la risoluzione e la sintesi tridimensionale della mia ricerca formale condotta nel quadrittico. Il vitalismo delle linee si sviluppa...

Read More
arazzo, arte tessile, arte tessile fiber art, astrazione organica, Bassorilievo tessile, culto della Madre Terra, fiber art, Grande Madre, Mixed media, ricamo, sculture tessili, ossa

INSIDE X – Caos calmo

2023                                                                                                                                                              Quadrittico:   80×120 cm cad.                                                                                                                           Tecnica mista. Tela modellata con cordini su telaio. Imbottitura vegetale. Ricami con filo di cotone....

Read More
Arazzo, Arte tessile Fiber art, Astrazione organica, Bassorilievo tessile, culto della Madre Terra, Grande Madre, Mixed media, ossa, Ready made, Ricamo, Scultura tessile, quadrittico

INSIDE IX – La gabbia

2023 Quadrittico:   80×120 cm cad.                                                                                                                          Tecnica mista. Tela modellata e cucita con cordini su telaio. Imbottitura vegetale. Ricami con filo di cotone....

Read More
fiber art arte tessile-calendario-tempo giorni- gesto quotidiano - artista Zen

INSIDE – VII BONES

2020 80×120 cm Tecnica mista. Tela modellata con cordini su telaio. Imbottitura vegetale. Ricami con filo di cotone.   In un involucro di pelle in una scatola di osso vivo……… Sola nella mia grotta vado alla ricerca, accendendo fiammiferi mentre procedo. Graffiti di sangue ed escrementi brillano sulle mie pareti paleolitiche.   Involucro di pelle Dorothy Molloy   La mia...

Read More

INSIDE VIII – radici

Inside VIII- radici   2020 80x120 cm Tecnica mista. Tela modellata con cordini su telaio. Imbottitura vegetale. Ricami con filo di cotone.   Inside VIII  è un’opera concepita durante il periodo di quarantena per il Corona virus. Sola, messa di fronte alla fragilità, ai limiti del mio essere, alla percezione di...

Read More
Ho pensato l’istallazione come una scena teatrale in cui si svolgono due monologhi. Quello dell’Opera, INSIDE V, un bassorilievo in tela modellato con corde, che si presenta al pubblico,  e il monologo silenzioso di una Presenza-Assenza, quella dell’artista, rappresentata dalla sedia. L’opera sta per essere terminata. Un ultimo sguardo, un’ultima riflessione. L’artista è uscito dalla scena, si è allontanato, ma i rotoli di corda sulla sedia lo tengono ancora legato a lei come cordoni ombelicali, emotivamente allacciato come in un abbraccio. E’ la rappresentazione degli ultimi attimi dell’atto creativo dove tutto è ancora in relazione, tutto può accadere. Quel momento prima, quell’istante incomprensibile che definisce l’opera finita ed autonoma, separata definitivamente dal suo creatore.

INSIDE V – ‘non mi lasciare’

2018 “Sella curulis” Museo d’arte Moderna “ Vittoria Colonna “ Pescarart Pescara Cm 100x150 Installazione con arazzo in tela cucita con corde. Sedia di legno   Ho pensato l’istallazione come una scena teatrale in cui si svolgono due monologhi. Quello dell’Opera, INSIDE V, un bassorilievo in tela modellato con corde,...

Read More
In quest’opera l’artista ha scelto di lavorare simbolicamente sulla forma del cerchio.                              Forma senza inizio e senza fine. Come fosse l’occhio di un microscopio, per intraprendere il “viaggio all’interno”, il “viaggiarsi dentro”.  Inside IV fa parte della sua ricerca sull’Organico; andare oltre la Tela-Pelle; entrare nei tessuti, nei suoi reticolati e fibre, nelle linee dinamiche; penetrare nelle connessioni infinite tra cellula e cellula.  Per dare maggior risalto alle connessioni e ai loro tracciati, ha srotolato sul pavimento gomitoli di corda, percorsi simbolici tra il finito e il suo divenire, tra il buio dell’indistinto e la luce della visione, tra l’opera e il suo autore. Atelier#2 - 2018 MACRO Museo di Arte Contemporanea ROMA Diametro 150 cm Tela su telaio. Imbottitura in cotone. Cuciture, nodi e tiranti con corde varie. Nero - Atelier#2 Il Nero delle pareti dell’atelier è stato la mia grotta. La luce dei fari puntati sul cubo dai divisori di cristallo ha illuminato il processo creativo e di ricerca: il mio procedere. Come in una capsula spaziale ho iniziato il mio viaggio all’interno di quell’assoluto Nero. I visitatori, particelle di realtà, nuotandoci dentro silenziosamente, hanno partecipato a questo mio “ fare”, alcuni con il desiderio di condividere il viaggio, altri di essere solo spettatori, altri ancora di essere testimoni degli occhi visionari di un artista. Niente avrebbe potuto interpretare meglio di questo Nero lo stato di concentrazione, ricerca, fatica e lotta per la realizzazione di un’Opera. A sottolineare la focalizzazione di questo “fare”, ho scelto di lavorare simbolicamente sulla forma del cerchio, come fosse l’occhio di un microscopio, per intraprendere il “viaggio all’interno”, il viaggiarsi dentro. “Inside IV” fa parte della mia ricerca sull’Organico: andare oltre la Tela-Pelle, entrare nei tessuti, nei suoi reticolati e fibre, nelle linee dinamiche, nelle connessioni infinite tra cellula e cellula. E proprio per dare maggior risalto alle connessioni e ai loro tracciati, ho srotolato sul pavimento nero dell’atelier gomitoli di corda a collegare l’arazzo “Inside II”, già realizzato in precedenza, al Cubo-Artista: percorsi simbolici tra il finito e il suo divenire, tra il buio dell’indistinto e la luce della visione, tra l’opera e il suo autore.

INSIDE IV – Viaggiarsi dentro

  2018 Diametro 150 cm Tela su telaio. Imbottitura in cotone. Cuciture, nodi e tiranti con corde varie.   In quest’opera l’artista ha scelto di lavorare simbolicamente sulla forma del cerchio. Forma senza inizio e senza fine. Come fosse l’occhio di un microscopio, per intraprendere il “viaggio all’interno”, il “viaggiarsi...

Read More
In quest’opera sono rappresentate le linee ascensionali del sistema arterioso che svettano in un moto dinamico verso l’alto, collegate da una rete intrigata trasversale del sistema venoso e capillare. Si innalzano tangenti all’intrico vorticante dei visceri, cuore pulsante ed emotivo dell’essere. Due dinamiche opposte e complementari; una, a spirale, trascina nelle profondità delle psiche, nel moto infinito e rumoroso delle emozioni; l’altro, ascensionale, verso la mente e le sue complesse e rapide connessioni.                                                                                                                                                                     I contrasti chiaroscurali restituiscono all’opera una forte identità plastica, volta a potenziare le linee energetiche.

Inside II – Dinamiche

2017 210 x 210 cm Tela su telaio, cucita con cordini. Imbottiture di cotone.   In quest’opera sono rappresentate le linee ascensionali del sistema arterioso che svettano in un moto dinamico verso l’alto, collegate da una rete intrigata trasversale del sistema venoso e capillare. Si innalzano tangenti all’intrico vorticante...

Read More